30 things I learned in my 30 years of life / 30 cose che ho imparato nei miei 30 anni di vita

Scrolla in basso per la versione in italiano

30 things I learned in 30 yearsYes, today is the day. Happy birthday to me!
Thirty years. Cool, isn’t it?
Since that’s a very round figure, I spent the last few days thinking about the thirty things I learned in my thirty years of life on Earth. Here they are.

1) Help who deserves your support. Just don’t expect something back. Helping someone means acting with no ulterior motives.
2) Be the person your dog thinks you are.
3) Treat items and stuff well when you are in a store. There are people who actually work there, so pay them respect.
4) Don’t forget your origins and where you come from. Never.
5) You will be never ready enough when a person you love will be gone forever.
6) You can count your true friends on your hand.
7) Make always people respect you. Possibly by fair means.
8) World is not fair. We can work every day on our little things to make it better.
9) Surround yourself with people that make you happy.
10) You are the average of the five people you associate with most.
11) Don’t regret anything you did in your life. It’s better to make a mistake than live with the doubts of what you didn’t do.
12) Successful people forgive. And apologise.
13) Perfection is not the main goal, it’s just a tool to improve.
14) Remember to motivate and gratify the people who cooperate with you.
15) Don’t take for granted all the most beautiful and true sentiments you may feel for someone. They need to be looked after and nurtured every day.
16) A tiny lady takes an average of 20 minutes to pee 200ml of water.
17) Unwanted hair doesn’t “fall by itself when growing up” like your mother has always told you. You have to remove it. One. By. one.
18) Flowers are a bad gift because they attract bees, wasps and hornets. And they may sting you.
19) Don’t aim too high. Proceed with baby steps, it will make your success sweeter.
20) Life is a privilege. Some friends of mine never turned 30.
21) If you ask me a honest opinion, don’t expect me to do the opposite just to flatter you.
22) Pain is not a cause. It’s an alarm bell. Don’t ignore it.
23) Injuries, accidents and diseases are not punishments.
24) Life is too short to read bad books and to eat bad food.
25) If you recover from some issue, don’t thank God. Thank the medical science and the people supporting you.
26) I have a great sense of smell and a Vulcanian hearing. But if I take off my glasses I won’t either smell or hear or see.
27) I thank everyday the dark times at the high school, when I had my brace(s) on. Now I can smile without being ashamed of my teeth.
28) I’m very sorry for all the only children in the world. They will never experience the gift of having a sister or a brother.
29) I still haven’t spent more than what I earned. Maybe because I haven’t bought a home yet.
30) Seriously, what’s in turning thirty? The true is that I haven’t learned anything so far, a part from how to procrastinate by watching THEM.


Sì, oggi è arrivato il fatidico giorno. Tanti auguri a me!
Trent’anni. Figo, eh?
Dato che la cifra è quanto mai tonda, ho passato gli ultimi giorni a pensare alle trenta cose che ho imparato nei miei primi trent’anni di vita sulla Terra. Eccole qui.

1) Aiuta chi pensi meriti il tuo sostegno. Non aspettarti qualcosa in cambio, però. Aiutare qualcuno significa agire senza secondi fini.
2) Prova ad essere quello che il tuo cane crede che tu sia.
3) Tratta le cose e gli oggetti come se fossero tuoi, quando sei in un negozio. Ci sono persone che lavorano per te, ma questo non significa che tu non debba portare rispetto, sia per le persone che per gli oggetti.
4) Non dimenticarti mai le tue origini. 
5) Non sarai mai pronto abbastanza quando una persona a cui vuoi bene se ne andrà per sempre.
6) Gli amici più veri e sinceri si contano sulle dita di una mano. 
7) Fatti sempre rispettare. Possibilmente usando le buone maniere.
8) Il mondo è ingiusto. Ma possiamo lavorare sulle nostre piccole cose ogni giorno per renderlo un posto migliore.
9) Circondati di persone che ti rendono felice. 
10) Tu sei la media delle cinque persone che frequenti di più.
11) Non avere mai rimorsi. É meglio commettere degli errori piuttosto che vivere con il dubbio di quello che non è stato.
12) Le persone di successo perdonano. E chiedono scusa.
13) La perfezione non è un traguardo finale, ma solo uno strumento per migliorarsi.
14) Ricordati sempre di motivare e gratificare le persone che collaborano e lavorano con te.
15) Non dare mai per scontato i sentimenti più belli e intensi. Hanno bisogno di essere curati e alimentati ogni giorno.
16) Ci vogliono circa 20 minuti per trasformare 200ml di acqua in pipì.
17) I peli superflui non “cadono da soli, quando cresci”, come ci hanno sempre detto le nostre madri. Li devi togliere tu. Uno a uno.
18) I fiori sono un pessimo regalo perchè attraggono api, vespe e calbroni. Che pungono.
19) Non puntare troppo in alto. Procedi a piccoli traguardi, renderà la scalata al successo molto più piacevole.
20) La vita è un privilegio. Certi miei amici non arriveranno a compiere 30 anni.
21) Se mi chiedi un’opinione sincera, non aspettarti l’opposto solo per farti piacere.
22) Il dolore non è una causa, ma un campanello d’allarme. Non ignorarlo.
23) Gli infortuni, gli incidenti e le malattie non sono punizioni.
24) La vita è troppo breve per leggere libri brutti o mangiare cibo pessimo. 
25) Se guarisci da qualcosa, non ringraziare Dio. Ringrazia la scienza medica e le persone che ti sono state affianco.
26) Ho un ottimo olfatto e un udito Vulcaniano. Se però mi tolgo gli occhiali non solo non vedo, ma nemmeno sento.
27) Ringrazio ogni giorno i tempi bui della scuola, quando portavo l’apparecchio (o meglio, gli apparecchi) ai denti. Oggi posso sorridere quanto voglio senza vergognarmi.
28) Mi dispiace moltissimo per tutti i figli unici del mondo, perché non hanno avuto l’occasione di crescere con un fratello o una sorella.
29) Non sono ancora riuscita a spendere più di quello che ho guadagnato. Forse perché non ho ancora acquistato casa?
30) Che poi, alla fine, cosa sono 30 anni? La verità è che non ho ancora imparato nulla, a parte procrastinare sul web guardando LORO.