Intervista col volontario / Interview with the volunteer

Jacque Brunel rugby six nations volunteers
Ermy the volunteer with Italy’s coach Jacques Brunel

Adoro le interviste. Sarà il mio spirito da sociologa che esce fuori, ma è forse la parte in assoluto più bella del mio lavoro di reporter. Ho avuto il privilegio di scambiare due parole con Ermy Prosapio, una degli oltre 500 volontari reclutati dalla Federazione Italiana Rugby (FIR) per gli eventi in Italia del Sei Nazioni.

Ho chiacchierato con lei sul treno, di ritorno dalla partita Italia-Inghilterra. Devo dire che il viaggio è volato, ci siamo divertite ed Ermy mi ha spiegato perché è così importante per lei essere una volontaria piuttosto che godersi la partita tra gli spalti dello stadio.

Potete leggere quello che mi ha detto cliccando sul sito di Rugby1823, dove troverete l’intera intervista :)


I love interviewing people. I think it’s the sociologist spirit which comes out of me.
I had the privilege of having a little talk with Ermy Prosapio, one of over 500 volunteers recruited by the Italian Rugby Board (FIR) for the italian Six Nations’ events.

I chatted with her on a train coming back home from Italy vs. England match. We had a great time together, and she explained me why it is so important being a volunteer for her instead of enjoying the match among the terraces.

You can read what she told me by clicking on Rugby1823 website, where you can find the entire interview.
Yes, I know that it is in Italian only, but if Google Translate doesn’t satisfied you, that’s the right time to find an Italian partner, don’t you know? :P

Advertisements