L’inciviltà e un cartello stradale fantasma / Incivility: one-way to anarchy

This is not for everyone, of course

Mentre cerco di capire se la congestion charge di Milano stia funzionando per davvero, sto affrontando un’altra questione riguardo il traffico, che è certamente più piccola di quella milanese, ma credo che racchiuda in sé molti significati culturali dell’italiano e dei suoi problemi quotidiani.

Vivo su una strada a senso unico. Questo significa – come certamente saprete – che gli automobilisti non possono passare contromano. Eppure succede sempre il contrario: macchine, Suv e moto prendono sistematicamente la via in senso contrario. Ieri ho portato fuori il cane e ho assistito all’ennesimo spettacolino: una macchina gialla contromano è stata fermata da una jeep. L’autista della jeep ha abbassato il finestrino e ha detto all’altro (con una bambina a bordo) che stava procedendo contromano. Sapete cosa gli ha urlato l’autista della macchina gialla? “Lo so, ora smamma.”

SMAMMA? Mi stai prendendo in giro? Ma allora non capisci proprio che il tuo comportamento è altamente pericoloso, specie se insisti nel correre come un folle sulla strada?
Eccolo qui, il problema: la gente non capisce che se c’è una legge, una norma o un divieto la si deve rispettare, non importa se non ne capisci il significato. Anche se onestamente devi essere parecchio deficiente per non capire che una stretta strada che esiste dal Medioevo non può, per forza di cose, essere a doppio senso.
Ma la gente cosa ha nella testa? Stiamo davvero diventando sempre più stupidi oppure è solo il sano principio del risparmiare il tempo che si è evoluto nel modo peggiore?
E continuerà ad essere così, in questa strada, finché non ci scappa il morto.
Allora forse qualcosa cambierà. Vi sembra giusto?


While I’m figuring out if the Milan congestion charge measure is working for real, I’m facing another question concerning traffic and motorists, which is actually minor than Milan’s one, but I guess it conceals the biggest daily italian cultural issue.

I live on a one-way street. That means – as you sure enough know – motorists must not go against the flow of traffic. But, on the contrary, it always happens the opposite: cars, SUVs and motorcycle used to enter the road as they want, lawless.
I took the dog out yesterday and I watched the usual show for the umpteenth time: a yellow car on the wrong way was stopped by a jeep. The jeep driver wound down the car window and told car’s driver (with a baby on board) that he was driving on the wrong side of the road.
Do you know what yellow car’s driver yell to him? “I know it, hop it now!”

HOP IT? Are you kidding me? Do you really not understand that your behavior is dangerous, especially if you are travelling at high speed?
That’s the issue: people don’t realize that if there’s a law it must be observed, no matter if you don’t understand it. Even if you gotta be pretty idiot not to realize that a very narrow street from the Middle Age cannot be two-way.
So what’s wrong with people? Did we really become so stupid or maybe it’s the sound principle of time-saving that has envolved in a bad way?
And it will continue that way until someone is going to get killed.
Then maybe something will change. Does it seem fair?

Advertisements