Mal d’aria, Chase Williams torna in Inghilterra / Airsick, Chase’s back to UK

Chase Williams Airsick planeÉ passato un po’ di tempo dal suo primo Natale a Tursenia, e Chase Williams è tornato in Inghilterra per il matrimonio della sua amica Laura.
Niente morti, testimoni o misteri da risolvere, stavolta: Chase si trova a gestire una piccola tragedia (che non aveva calcolato) a 10 mila piedi dalla terraferma e una valigia smarrita.

Mentre Cutting Right To The Chase e Into The Killer Sphere stanno per vedere la luce su Amazon – e a breve rivelerò anche le copertine – ho pensato di aprire un’altra finestra su Chase, giusto per farvelo conoscere un po’ meglio prima del suo debutto definitivo.

Dietro ogni scrittore c’è sempre un team, perché scrivere, alla fine, è sempre un gioco di squadra, come tutte le cose della vita. Ebbene, stavolta devo ringraziare mia sorella che mi ha fornito la storia (vera) del bagaglio. Inoltre, devo un grande grazie ai miei due angeli custodi: la mia amica di sempre Chiara (che, lo confesso, ha praticamente letto già tutto il leggibile di Chase e co. e si è innamorata dell’Ispettore Angelo Alunni) e Martina Munzittu: convivere con Chase a volte è difficile, ma loro sanno sempre come girare le difficoltà e le rotture di scatole in uno slancio di positività.

Per chi ancora non l’avesse scoperto, ricordo che potete trovare Chase anche sul suo profilo Twitter. Seguitelo!

Airsick” (ossia “Mal d’aria”) invece lo trovate sul sito web di Chase Williams.

Buona lettura gente!


It’s been a a while since Chase Williams‘s first Christmas in Tursenia. Now Chase has returned to England for few days because of his dear friend Laura’s wedding.
No dead people or mysteries to solve this time: Chase has to deal with a little, not calculated tragedy below 10,000 feet and a lost luggage.

While Cutting Right To The Chase and Into The Killer Sphere are going to see the light of day – and I’ll shortly reveal their covers – I thought to open another window on Chase’s life, just to let you know a little more about him before his definitive Amazon debut.

Behind every writer there is always a team, because writing is always a team play stuff, like all the good things in life. Well, this time I have to thank my sister who gave me the (true) story of the lost luggage. Also, I owe a big thank to my two guardian angels: my childhood friend Chiara (who, I must confess, has practically already read all the readable of Chase and co. and has definitely fallen in love with Inspector Angelo Alunni) and Martina Munzittu: living with Chase sometimes is not easy, but they always know how to turn the worries and drags in sparkles of positivity.

You can  find Chase on his Twitter profile, if you want. Follow it!

You can also find “Airsick” on Chase Williams’ s website.

Happy reading chaps!

Advertisements