Open, lo sport alla Triennale di Milano / Open, sport at Milan Triennale Expo

When Design and Sport unite!

Questo sembra essere un anno particolare per lo sport e la comunicazione legata ad esso. Per la prima volta in assoluto, la prestigiosa Triennale di Milano apre le sue porte di arte e design al mondo sportivo.

Tra gli artefici di questa trait d’union tra arte e sport c’è il celebre volto di SportitaliaDaniela Scalia, che ha curato gli eventi dello sport con la collaborazione di Open e Zero.
Le iniziative che si susseguono dal 16 al 31 marzo abbracciano diversi ambiti e dimensioni del mondo sportivo – qui trovate il programma completo, e venerdì preparatevi per una bella sorpresa su queste pagine!

Sabato 17, in occasione di Italia-Scozia del Sei Nazioni, la Triennale si è colorata di tricolori e sportivi di ogni tipo, tutti riuniti per guardare la nazionale di rugby. Attraverso le spiegazioni e i commenti di Luca Tramontin e Gianluca Veneziano, l’esperienza di un match è diventato un modo per conoscere, imparare, approfondire con la curiosità e l’entusiasmo di chi ama lo sport a tutto tondo. Un evento che trasforma lo sport in arte, grazie alla partecipazione e alla condivisione (e anche alla vittoria degli Azzurri, ammettiamolo).

A soffrire davanti al maxi schermo, insieme agli Azzurri in campo in quel dell’Olimpico, i ragazzi delle giovanili dell’Armani basket, le squadre maschili e femminili del Lacrosse Milano, le giocatrici di O’Rules delle Latinas Milano e delle Bankers di Lugano, i cricketer dei Kinsgrove Milano e non solo.

Particolarmente toccante è stato il momento dell’inno nazionale, che ha risuonato come un grande eco per tutta la Triennale. Al termine del match, gli spettatori sono stati coinvolti personalmente nel gioco del rugby, attraverso una serie di simulazioni di situazioni di gioco. La maniera per comporre le “squadre”? Ognuno ha ricevuto un numero (ovviamente dall’1 al 15) che rappresenta un ruolo! Alla fine, i ragazzi del Parabiago rugby hanno realizzato anche una splendida simulazione di touche!
Per vedere le foto andate sul profilo Facebook di Zero: volevo metterle tutte, ma non ci starebbero in questa pagina!

This year seems to be a special year for sport and communication. For the first time ever, the prestigious Triennale in Milan opens its art and design doors to sport.

Among the creators of this trait d’union between art and sport there is the famous Sportitalia’s face, Daniela Scalia, who oversaw the sports events in cooperation with  Open and Zero organization.
The initiatives that are coming one from another from Mar 16th to Mar 31st cover various areas and dimensions of the sporting world – here is the full program schedule, and get ready for a nice surprise on these pages next Friday!

Saturday 17th, on the occasion of Italy vs Scotland Six Nations match, the Triennial became flushed by tricolours and sports people of all kinds, all gathered to watch rugby. Thanks to the explanations and comments of Luca Tramontin and Gianluca Veneziano the experience of a match has become a way to learn and deepen with the curiosity and enthusiasm of those who love the sport at 360°. An event that has transformed the sport into art, thanks to the participation and sharing (and also the win of the Azzurri, let’s be honest!).

There were many people suffering in front of the big screen, along with the Azzurri in the Olimpico Stadium field: the junior team of Armani basketball, male and female team of Lacrosse Milan, the Milan, Latinas and Bankers Lugano O’Rules players, the cricketers of Kinsgrove Milan and many others.

An especially touching moment was the national Italian anthem, which sounded like a great echo throughout the Triennale. After the match, the spectators were personally involved in the game of rugby, through a series of simulations of game situations. The way to make the “teams”? Each one received a number (of course from 1 to 15) representing a role! The guys of rugby Parabiago have also produced a stunning simulation of touche!
Go to the Facebook profile of Zero to see the entire set of pics: I wanted to put them all, but they would not be on this page!