Roland Garros, perché giocare a tennis / French Open, why to play tennis

Roger Federer playing tennis at Roland GarrosGrazie ad ITV qui in UK posso guardare (quando sono a casa) il Roland Garros nella sua versione “integrale”, visto che la copertura televisiva va dalle 9.30 alle 21.30.

Che sia un impiastro a giocare a tennis era chiaro, così come ancora non ho capito la storia delle tre palline, ma questo non toglie il fatto che il tennis sia uno sport bellissimo, capace di proporre personaggi carismatici come Re Roger*, e dove la preparazione fisica e quella psicologica devono essere rifinite con cura maniacale.
Anche se è uno sport individuale, credo che il tennis abbia tantissime qualità che dovrebbero spingere un genitore a portare il proprio figlio sulla terra rossa: sacrificio, pazienza e astuzia tattica sono le parole chiavi del giovane tennista.

Come tutti gli sport che mi piacciono, come il rugby e l’atletica, anche il tennis è una disciplina che forgia lo spirito. Non importa se non vinci un Grande Slam o non entri nemmeno nella classifica ATP del condominio.
Un mio amico giocava a tennis ed era una promessa italiana, dato che a 13 anni ha vinto diversi tornei giovanili di caratura nazionale.
Ma, dice lui «Non avevo nemmeno un briciolo di quella fame di vittoria, quello spirito di sacrificio ed equilibrio mentale che sono requisiti fondamentali per questo sport.» 

Pensate che il mio amico abbia perso tempo, giocando a tennis e lasciandolo dopo un po’? No. Perché ora è diventato un bravissimo professionista nel suo settore di lavoro anche grazie al tennis.
«Poche volte sentivo di essere a casa come quando vedevo le scarpette bianche sporcarsi di terra rossa, che per me aveva il profumo più buono del mondo. Ringrazierò sempre il tennis per avermi insegnato che la solitudine non è per forza una cosa negativa. Che in quel rettangolo sei solo, ma anche in stato di solitudine hai tutto il possibile per stare a posto, per essere completo, per vincere ed esprimere il meglio di te. E questo insegnamento l’ho portato fuori dal campo di allenamento e mi aiuta ogni giorno.»

Chi ha praticato sport dando il 100% di se stesso in ogni allenamento sa cosa intende il mio amico. Personalmente, quando sto per affrontare qualcosa di complicato, mi basta chiudere gli occhi per sentire lo starter che chiama i blocchi di partenza e quell’odore di tartan e canfora difficile da togliersi di dosso, anche dopo tanti anni.

Se avessi un figlio, probabilmente gli darei una racchetta da tennis in mano, almeno per vedere se gli piace. Perché il tennis è uno sport completo che aiuta a diventare grandi. E diverte da morire gli appassionati-passivi come me!

*Sì, per me Roger Federer è l’Allyson Felix dei campi da tennis


Thanks to ITV and their massive live coverage (9:30am – 9pm!), when I’m home here in UK I can watch the most of the French Open (Roland Garros).

Everybody knows that I’m a terrible tennis player, and I haven’t undestood the three ball thing yet, but anyhow I think that tennis is a great sport, capable of making us know a charismatic player like King Roger*, and where both the physical and the psychological preparation have to be obsessively perfect.

Although individual in its essence, tennis is still a perfect sport for kids. It features so many of those qualities a kid must learn: sacrifice, patience and tactical shrewdness, three of the young tennis player’s keywords.

Just like every other sport I happen to like (e.g. rugby and athletics), tennis shapes your soul. It doesn’t matter if you don’t win a Slam tournament or you’re not even good to be one of the best players of your neighbourhood.

A friend of mine used to play tennis and he was a promising player, since he won several national tournaments when he was just 13.
Yet, he says:I didn’t even have a speck of that thirst for victory, of that spirit of sacrifice and mental balance that you absolutely need to succeed in the sport“.

So you think he wasted his time playing tennis and quitting after a while, don’t you? I hope not. Because now he’s a brilliant professional in his field, even thanks to tennis.
There was almost nothing that made me feel at home like when I was on clay, with my white shoes getting dirty. For me, clay had the most pleasant smell. I will always thank tennis for having taught me that solitude is not necessary a negative condition. You are alone in the tennis court, but even when you are alone you have everything to be ok, be completed, win and express your best. I brought this from the court to my daily life and it helps me everyday“.

Whoever practiced sport giving their best in every training session understand what my friend means. When I’m about to starting doing something not really easy, I close my eyes and hear the starter calling runners and smell tartan and camphor, something you carry with you even after years.

If I had a child, I would probably buy him a racket and let him try playing tennis, even just to see if he/she likes it. Because tennis is an all-round sport, that helps to become adults. And it entertains enthusiasts and sports-women like me!

*Yeah, for me Roger Federer is to the tennis court as Allyson Felix is to the track.

 

Roger Federer’s photo credit by Y. Caradec

Advertisements