Saint Valentine’s cake

Saint Valentine's cake, Saint Valentine's, Saint Valentine's day

Sometimes you just need to indulge and treat yourself.
I have a slice of my San Valentine’s cake, sip some good coffee and enjoy the day.
To me, everyday I spend with Franz is Saint Valentine’s day. But yes – I can use some special treats every now and then :P
❤🍰☕️#coffeetime #cake #treatyourself

PS: Chase has a great story for this special day. It doesn’t include any Saint Valentine’s cake but it’s still a great story – Check it out!

Taken at Workhouse Coffee Company

Follow me on Instagram!

Il mio San Valentino – un cioccolato ovale / My Saint Valentine’s day – an oval chocolate

It’s oval, it probably tastes like chocolate and it’s a gift. We’re almost there.

Io odio tutte le feste comandate e le ricorrenze, e San Valentino non fa di certo eccezione. É una cosa strana che un copywriter odi una festa come quella di San Valentino, anche perché è sempre un modo per inventare e creare qualcosa di nuovo. É proprio quello che ho fatto anche l’anno scorso con la mia collega e star della grafica Janet, ma quest’anno sono tornata alla realtà, e quindi sono tornata di nuovo a odiare bene San Valentino.

Primo perché non ho soldi da spendere nei modi di San Valentino.
Secondo perché non mi piacciono né i cioccolatini, né i fiori, né gioielli né qualsiasi altra cosa in stile San Valentino.
Terzo perché non ho bisogno di un giorno specifico per ricordarmi come mai ho scelto il mio attuale fidanzato o quanto lo ami, tanto che io e lui abbiamo deciso di non celebrare nemmeno il nostro anniversario. Più che altro, è pure che non ce lo ricordiamo mai, figuratevi quanto ci interessa.

Se pensate che sto dicendo delle ovvietà, probabilmente avete ragione. Ma è così, e che ci posso fare? Come uscire da questi tristi luoghi comuni?
Devo ammettere che non ci ho pensato io, ma che la cosa è venuta a noi – dove noi siamo io e il mio fidanzato, ovviamente.
La cosa invece è il giorno che abbiamo etichettato come San Valentino e tutte le altre ricorrenze da innamorati et similia che costellano il calendario. Tutte in un unico, splendido giorno. E sì, si parla ancora di rugby, per cui mi scuso con i lettori, ma il rugby è una specie di malattia.

É sabato 12 marzo 2011*, il giorno di Italia-Francia del Sei Nazioni. Io e il mio fidanzato non vogliamo andare allo stadio Flaminio, anche se avevamo i biglietti da agosto: paura di perdere e paura di beccarci la pioggia che minacciava il cielo.
Decidiamo finalmente di muoverci verso lo stadio. Abbiamo davvero apprezzato sia la partita che la compagnia – gente sconosciuta seduta vicino a noi – fino a quando non abbiamo iniziato a capire che potevamo vincere per davvero. Quando l’arbitro ha fischiato la fine della partita, è venuto giù tutto lo stadio.
É una cosa un po’ strana per alcuni, ma noi alla fine abbiamo deciso di ricordare così la prima vittoria italiana sulla Francia al Sei Nazioni: è diventato il nostro San Valentino. E anche il nostro anniversario et cetera. Così è pure difficile che ce lo dimentichiamo.

Buon San Valentino a tutti voi, per il nostro ci vediamo il 12 marzo. Nel frattempo, potete guardarvi quella memorabile partita nei box di Youtube dopo la parte in inglese.

*Se avete continuato a leggere, complimenti. Siete dei drogati di rugby come me, ma sono convinta che prima o poi ne usciremo. Tanto io smetto quando voglio.


I usually dislike feast days and celebrations and Saint Valentine is not an exception. It’s kind of weird that a copywiter hates these feasts like Saint Valentine because it’s always a way to create something new. And that’s what I made last year with my fellow graphics star Janet. But this year that I come back to the reality I come back to hate Saint Valentine again.

First because I don’t have money to spend.
Second because I don’t like either chocolates or flowers or jewelry or other very Sain Valentine’s style stuff.
Third because I don’t need a specific day to remind me why I chose my current fiancee or how much I love him, so that we never use to celebrate our anniversary neither.

If you think I’m stating the obvious, you are probably right. But it is so, how can I get clear of these common places?
I have to admit that I didn’t figure it out, but the thing came to us – where us are my fiancee and I of course.
The thing is the day we have tagged as our anniversary, Saint Valentine’s day and all the other lovers’s stuffs that fill the calendar. All in one, in a unique, awesome one day.
And yeah, it’s about rugby again, so I’m sorry for you readers but rugby it’s such a terrible addiction.

It’s Saturday March 12nd 2011*, Italy vs France Six Nations‘ day.
My fiancee and I don’t want to go to Flaminio stadium, even if we have the tikets since August. We are afraid of a defeat, and the sky looks like rain.
We finally decide to move to the stadium. We really enjoy both the match and the company – some unknown people sitting close to us – until we start to realize that we could win for real.
And when the end of the match comes, the entire stadium comes down as well.
It’s just a fool thing, but we have decided to remember the first Italian victory against France in a Six Nations’ match as our Saint Valentine’s day.

So have a great Saint Valentine’s day you guys, we’ll see on March 12nd. In the meantime, you can watch the entire Italy-France match here:

* If you have kept reading, congratulations.  You are a rugby addicted just like me, but I believe that sooner or later we will come out. Otherwise I can quit when I want.

Photo credit by floric.co.uk